Indietro

Il cantiere digitale, mai più senza: tre motivi e una soluzione

News Edilizia

La rivoluzione digitale, “spontanea” oppure obbligata da circostanze contingenti anche nel settore delle costruzioni ha generato senza dubbio un’ondata di cambiamenti. Quali sono in concreto? E come utilizzarli per avvantaggiarsi, nella vita di cantiere di tutti i giorni?

17 ott 2020 03 min Condividi
il cantiere digitale

il cantiere digitale


Il cantiere digitale: l'unica svolta possibile nel 2021, per mantenere efficienza e produttività

Il cantiere digitale: i cambiamenti a cui stiamo assistendo riguardano non solo l’utilizzo di nuovi strumenti avanzati, ma una svolta culturale che ha cambiato il modus operandi e anche la mentalità delle società di ingegneria, architettura e cantieristica. Vediamo i 3 motivi per cui la digitalizzazione dei cantieri non è più rimandabile, e una soluzione per affrontare in modo semplice e definitivo la complessità dei cantieri e delle attività di manutenzione.

MOTIVO 1: il quadro normativo

Il cantiere digitale

All'interno del cantiere...

Le indicazioni sono chiare: le linee guida sulla Direzione Lavori approvate con il D.M. 49/2018, hanno come obiettivo dare le linee guida al Direttore dei lavori per garantire la trasparenza, la semplificazione, l'utilizzo del digitale e l’uso di metodologie elettroniche per la contabilità.

In particolare, nell’art. 15 si parla di contabilità effettuata "mediante l’utilizzo di strumenti elettronici specifici che usano piattaforme, anche telematiche".

.... E nell'industria delle costruzioni

Anche nell'industria delle costruzioni, le norme che riguardano la digitalizzazione dei processi prevedono alcuni cambiamenti sostanziali, che richiedono per l'edilizia e per i cantieri un adeguamento obbligato.

Ecco quali sono le principali norme in cui si parla di digitale:

  • Il nuovo Codice degli Appalti, con gli aggiornamenti del 2019 (L. 19 dicembre 2019, n. 157)
  • La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione, con l'obiettivo di eliminare la carta, ridurre i costi ed erogare servizi più efficienti
  • Le Norme Tecniche per le Costruzioni definite nel decreto ministeriale del 17 gennaio 2018, che rispetto alle norme precedenti rendono obbligatorie le verifiche sismiche per tutto il territorio nazionale
  • La progressiva introduzione del BIM (Building Information Modeling) negli appalti pubblici, in base all’art.6 del cosiddetto Decreto BIM (Dm 560/2017), e la diffusione del BIM e dei modelli digitali negli studi di architettura e di engineering
  • Ancora, l'obbligatorietà della tracciabilità dei pagamenti, la sicurezza degli edifici e sul luogo di lavoro, la sostenibilità e l'efficienza energetica

Tutto chiaro: la digitalizzazione dei cantieri non è più una scelta, ma una necessità non più rimandabile per far fronte agli adempimenti previsti dalle norme. E' necessario allora adeguare le procedure interne ed esterne, in un’ottica di incremento dei livelli di trasparenza, sicurezza ed efficienza.

Ma di fatto cosa cambia realmente nella vita di tutti i giorni? E come poter sfruttare al meglio i vantaggi del digitale per lavorare in modo più efficiente ed efficace?

MOTIVO 2: migliorare la performance

il cantiere digitale

Il digitale ti permette di rendere i processi più efficienti ed efficaci, facendoti risparmiare tempo, risorse, e denaro, e di guadagnare un notevole vantaggio concorrenziale sui competitor. Ecco come.

  • Puoi sviluppare una piattaforma collaborativa come Mela: con il digitale puoi infatti condividere facilmente le informazioni e permettere la comunicazione snella e diretta tra tutti gli attori del progetto
  • Il digitale cloud based - offerto anche da Mela - ti permette di accedere ai dati dovunque tu sia. Così puoi risolvere direttamente in campo gli errori di costruzione, con un grande risparmio di tempo e di risorse
  • Il digitale - magari con specifiche app, quale Mela - è fondamentale anche per la gestione dei bandi di gara e degli appalti, perché permette una comunicazione veloce e chiara tra partner, clienti, appaltatori, eliminando pressoché del tutto la documentazione cartacea
  • Una citazione a parte richiede il BIM (Building Information Modelling), la tecnologia che permette di digitalizzare il progetto grazie a un modello virtuale editabile e modificabile in tempo reale da tutti coloro che ne fanno parte: dagli architetti ai subappaltatori, al direttore del lavori. Strumento importantissimo per gli studi di architettura e per gli ingegneri, facciamo tuttavia presente che ad oggi il BIM è ancora troppo complesso per i cantieri di medie e piccole dimensioni.

MOTIVO 3: il vantaggio economico

il cantiere digitale

Le soluzioni digitali permettono inoltre di ottenere notevoli risparmi dei costi di gestione:

  • La collaborazione da remoto offerta dal digitale riduce le spese di viaggio e le trasferte, e in questi tempi in cui viaggiare non è consigliato (o possibile!) a causa dell'emergenza COVID, risolve i problemi oggettivi della comunicazione a distanza
  • Il cantiere con le soluzioni digitali è più flessibile ed efficiente, e permette una comunicazione più diretta ed efficace. Questo consente di risparmiare tempo e di ottenere un buon vantaggio competitivo
  • Con il digitale si riduce il tempo di trasferimento e condivisione dei dati, per esempio in operazioni di rilievo e di calcolo eseguite con gli strumenti tradizionali
  • Con il digitale è tutto registrato e verificabile in tempo reale. Per questo si riduce notevolmente il margine di errore dovuto a un'errata trasmissione (o a una sbagliata interpretazione) dei dati, con notevole risparmio di tempo, risorse e denaro
  • Anche il rischio di contenziosi o di ritardi nei pagamenti è notevolmente ridotto grazie alla tracciabilità della registrazione digitale di ogni singolo evento del cantiere.
  • Ultimo, ma non per importanza, la tracciabilità e la maggiore comunicazione data dal digitale si traduce in trasparenza verso il cliente e in un maggiore rispetto dei tempi di consegna. Cliente soddisfatto, quindi, con un vantaggio a livello di immagine sui tuoi competitor.

UNA SOLUZIONE: Mela, per gestire la complessità con uno strumento semplice

il cantiere digitale

Mela è in grado di soddisfare tutti i vantaggi del digitale, ma con qualcosa in più:

  1. E' semplice da utilizzare, come le app di messaggistica che usi ogni giorno. Con Mela crei il tuo gruppo e l'attività, invii messaggi, immagini e appunti vocali sul campo, condividi le informazioni in tempo reale con chi vuoi, anche da remoto.
  2. Ha una serie di funzionalità evolute ma facilissime da usare, bastano pochi click: crea ed esporta il tuo giornale dei lavori, crea i rapportini di intervento, i verbali, i report di fine giornata.
  3. Non richiede integrazioni o hardware dedicato, né ore di formazione. Evita inoltre illeggibili fogli di calcolo o complicati Gantt di progetto.
il cantiere digitale
il cantiere digitale
  • CON STRUMENTI TRADIZIONALI
  • CON MELA, LA CHAT PER I CANTIERI
  • Fogli sparsi, scritture illeggibili, diversi formati (carta, SMS, whatsapp, foto...)
  • Tutto è ordinato in un unico spazio: messaggi, foto, video, note audio
  • Lavoro d'ufficio dopo il cantiere, a compilare il rapportino di fine giornata
  • Il rapportino di fine giornata si elabora in automatico con le note registrare in cantiere
  • Nottate trascorse a compilare il giornale dei lavori, grandi mal di testa per far quadrare tutto, renderlo comprensibile e completo di informazioni
  • Il giornale dei lavori si crea con un solo click: seleziona le informazioni che ti interessano, quindi aggiungi la tua firma e il logo della tua azienda, e il gioco è fatto!
  • Il giornale dei lavori non garantisce la tracciabilità delle azioni del cantiere, e deve essere copiato in digitale per essere a norma.
  • Il giornale dei lavori è un documento ordinato, con valore legale e in regola con le norme vigenti. E' valido anche per richiedere il superbonus 110%

Redazione

Condividi

Quanto puoi risparmiare
usando Mela nella tua azienda?

Rispondi a 3 domande e ricevi un report personalizzato
Scrivici subito su WhatsApp!